olio essenziale

Olio Essenziale di Cipresso

Categorie: Tags:
Olio essenziale di cipresso

Proprietà e Benefici dell’ olio essenziale di Cipresso

VASO COSTRUTTORE:  in uso esterno e’ consigliato a chi ha problemi di circolazione, nel caso di cellulite, a chi soffre di ritenzione idrica, emorroidi, varici e fragilità capillare; contrasta la formazione di edemi e cura ematomi.

ANTIREUMATICO: consigliato in caso di reumatismi e dolori articolari.

ANTIDEPRESSIVO: se inalato ha un’azione riequilibrante generale sui sistema nervoso, addolcisce i cambiamenti ed aiuta a superare la depressione che deriva dalla perdita di persone o la fine di una storia d’amore.

ESPETTORANTE: per uso interno indicato in presenza di tosse, pertosse tracheite bronchite.

EMICRANIA: è un ottimo caimante (dipende sempre dal sistema circolatorio).

L’OLIO ESSENZIALE, E’ UN VERO TOCCASANA, CONTIENE TUTTI I PRINCIPI ATTIVI CONCENTRATI.

CONTROINDICAZIONI: EVITARE L’USO IN GRAVIDANZA

Metodo d’uso

Diffusore; 10 gocce per profumare l’ambiente.

Evaporazione: 10 gocce sul fazzoletto, sul cuscino.

Massaggio: 6/8 gocce in 2 cacchiaini di olio di base e massaggiare sulla pelle.

Bagno: 4/10 gocce in Vasca con acqua tiepida, immergersi per 10 minuti; decongestionante per il sistema circolatorio e linfatico.
Doccia: 2-4 gocce su un guanto di spugna e massaggiare tutto corpo.

Inalazioni: 5/8 gocce;portare in ebollizione acqua, toglietela dal fuoco, Versate le gocce, coprite il capo con asciugamano e respirate il Vapore;
Frizioni: 2-3 gocce diluite in base alcolica, frizionare sulla regione cutanea corrispondente all’organo affetto fino al riscaldamento.

Pur-puri: 10 gocce rigenerano il profumo dei Vostri fiori.

Gli oli essenziali si usano per pediluvi e maniluvi.

PER USO INTERNO: massimo 1-2 gocce di olio essenziale puri su un cucchiaino di miele, contro la tosse a stomaco pieno.

Usate solo oli essenziali puri non quelli diluiti.

 

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Olio Essenziale di Finocchio

Categorie: Tags:
Olio essenziale di finocchio

L’olio essenziale di finocchio è ricavato dal Foeniculum vulgare, una pianta della famiglia delle Apiacee. Conosciuto per le sue numerose proprietà, è digestivo ed espettorante, utile anche contro la ritenzione idrica e i disturbi legati alla menopausa.

Digestivo, l’azione principale del finocchio si esplica sull’apparato gastro-intestinale, utile per il trattamento di problemi digestivi, gonfiori, eruttazioni, colon spastico, stipsi. L’olio essenziale in un olio vettore può essere massaggiato sull’addome per favorire le funzioni epigastriche. Esplica un’azione coleretica, favorendo la produzione di bile.

Diuretico, indicato per la ritenzione idrica, svolge un’azione decongestionante del sistema linfatico. Ottimo da utilizzare nei massaggi drenanti diluito in un olio vettore.

Espettorante, a livello toracico, sia per inalazione sia per massaggio è utile per debellare il catarro bronchiale ed esplica un’azione antispasmodica in caso di tosse, asma, malattie da raffreddamento.

Emmenagogo, grazie alla presenza di fitosteroli svolge un’azione similestrogenica, facilitando il flusso mestruale e andando a lenire i disturbi causati dalla menopausa.

Tonico del sistema nervoso centrale, è un olio essenziale che facilita la comunicazione e rende fluido il pensiero. E’ indicato per persone che tendono a rimuginare e che esauriscono la loro energia solo a livello cerebrale.

L’Olio essenziale di Finocchio rinforza l’energia del fegato e la volontà.

Unito allo shampoo dona luce al capello e rafforza il bulbo pilifero.

Aggiunto nel bagno favorisce il drenaggio dei liquidi e rende il corpo più sono.

L’aggiunta di alcune gocce in un olio, maschera, crema o latte, tonifica la pelle rendendola profumata e luminosa.

 

ATTENZIONE: Mai usare puro, sempre diluito.

Può irritare la pelle se usato eccessivamente.

Evitare l’uso in gravidanza e in soggetti epilettici.

 

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Olio Essenziale di Niaouli

Categorie: Tags:
Olio essenziale di niaouli

L’olio essenziale di niaouli si ricava dalle foglie e dai rametti giovani con il metodo della distillazione in corrente di vapore e si ottiene un liquido giallo paglierino con un profumo intenso che ricorda quello della canfora. Antispasmodico, antisettica, espettorante, vermifugo. L’olio essenziale di Niaouli è utile in caso di sinusite, bronchite, tosse (anche pertosse), per dolori reumatici e muscolari, per le infiammazioni delle vie urinarie. Quest’essenza pur presentando caratteristiche simili all’olio essenziale di Eucalipto è indicato per curare le malattie del l’apparato respiratorio dei bambini poiché risulta più delicato.

Il niaouli è originario dell’Australia, dove del resto è diffusamente coltivato anche oggi. ln passato veniva utilizzato per depurare l’acqua. ln Francia è conosciuto con il nome di Gomen, perché proveniva da Gomen, nelle lndie orientali.

Albero sempreverde con foglie lineari appuntite, fiori gialli che si riuniscono a formare un infiorescenza a spiga. Pianta originaria delle lndie orientali, predilige climi caldo-umidi.

L’olio essenziale si ricava dalle foglie e dai rametti giovani con il metodo della distillazione in corrente di vapore e si ottiene un liquido giallo paglierino con un profumo intenso che ricorda quello della canfora. Antispasmodico, antisettica, espettorante, vermifugo. L’olio essenziale di Niaouli è utile in caso di sinusite, bronchite, tosse (anche pertosse), per dolori reumatici e muscolari, per le infiammazioni delle vie urinarie. Quest’essenza pur presentando caratteristiche simili all’olio essenziale di Eucalipto è indicato per curare le malattie del l’apparato respiratorio dei bambini poiché risulta più delicato.

CONSIGLI PRATICI

Per tosse e catarro:

in 200 ml di olio di Mandorle dolci mette te 15 gocce, di olio essenziale di Niaouli. Usate questa miscela per fare un massaggio sul petto, tre volte al giorno, e coprite con un panno caldo di lana. Mettete poi alcune gocce di olio essenziale di Niaouli nel bruciatore per essenze o in un umidificatore predisposto per le essenze. Mettete nel locale in cui riposa il malato.

Per la sinusite:

in una bacinella di’acqua bollente mettete 12 gocce di olio essenziale di Niaouli. Coprite il capo con un asciugamano e inspirate, inter rompendo di tanto in tanto, finché l’acqua non sprigionerà più vapore.

lmpacchi per acne e foruncolosi:

in 200 ml di acqua distillata mettete 10 – 12 gocce di olio essenziale di Niaouli. Fate im pacchi sulla
parte interessata, quotidianamente, per almeno un quarto d’ora. Continuate finché non vedrete miglioramenti consistenti.

Per dolori reumatici:

in 250 ml di olio di Mandorle dolci mettete 40 gocce di olio essenziale di Niaouli. Usate questa miscela per massaggiare le parti dolenti, due o tre volte al giorno. Se eseguite l’operazione prima di coricarvi, coprite la parte con un panno di lana.

Per le punture di insetti:

su un batuffolo di ovatta bagnato mettete 2-3 gocce di olio essenziale di Niaouli. Applicatelo sulla puntura e tenetelo finché non si sarà attenuato il bruciore.

 

Stampa questo articolo Stampa questo articolo