tonico

Olio Essenziale di Ravintsara

Categorie: Tags:

Grande albero sempreverde peculiare delle foreste tropicali del Madagascar e delle Isole Comore. La Ravintsara presenta foglie coriacee luccicanti di forma ovale, fiori di color giallo-verde ed un tronco dalla spessa corteccia rossiccia che può raggiungere un metro di diametro e più di trenta metri di altezza. Per comprendere l’origine del nome, si sappia che nell’idioma Malgascio “Ravina” vuol dire “Foglia” mentre “Tsara” significa “benefico”.

L’olio essenziale di Ravintsara svolge un’azione antivirale, antibatterica, tonica ed espettorante. Infatti è il tipico rimedio erboristico contro il raffreddore (ideale per aerosol e per liberarsi il naso e favorire un sonno riparatore). Per combattere il raffreddore ai primi sintomi, per esempio: prurito al naso, starnuti, ecc., si può inalare l’essenza di Ravintsara ogni mezz’ora da un fazzoletto impregnato con alcune gocce. Associato all’eucalipto, in diffusione atmosferica, è utile contro l’influenza  e le affezioni delle vie respiratorie. Ė ottimo pure nel trattamento di ogni genere d’herpes.

Applicare una goccia di Ravintsara nel punto interessato dal’herpes. Ė poi tradizionalmente considerato come uno stimolante naturale del sistema nervoso: infatti si ritiene aiuti a combattere la stanchezza fisica e nervosa. Stabilizza le persone scoraggiate quando una malattia si trascina da piú tempo. Un massaggio con le due essenze di Ravintsara e Lavanda al 10% in macero d’iperico ė un ottimo aiuto nei casi di disturbi nervosi, angosce, inquietudini o nevralgie in seguito a infetti virali. L’effetto aumenta con una goccia di Melissa o Timo.

L’olio essenziale di Ravintsara è tollerabile in tutte le fasce d’età ed è uno straordinario toccasana. Ė importante trovare e comparare l’olio essenziale puro di Ravintsara, in quanto è puro al 100% , senza nessun’altra aggiunta di oli o elementi chimici che altererebbero la purezza del prodotto. Il nostro olio essenziale di Ravintsara è puro al 100%.

Olio Essenziale di Chiodi di Garofano

Categorie: Tags:
Olio essenziale di chiodi di garofano

L’olio essenziale di chiodi di garofano ė un

Antisettico, ad ampio spettro grazie alfelevata quantità di eugenolo che ne connota la potente azione antimicrobica. E’ utilizzato in aromaterapia per la purificazione dell’aria degli ambienti, per fumigazioni
in caso di infezioni delle prime vie aeree.

Antivirale, ha effetti contro i virus delfherpes Simplex, del morbillo e della poliomielite di tipo 1, in quanto il fitocomplesso e Feugenolo in particolare sono in grado di bloccare la trasmissione virale.

Analgesico, usato per lenire il mal di denti in caso di carie. Meglio se diluito per non irritare le mucose, con un piccolo batuffolo di cotone imbevuto esplica un’efficace azione anestetica localizzata.

Antispasmodico della muscolatura liscia, indicato in caso di dolori addominali (meteorismo, crampi intestinali), spasmi muscolari. Diluito in un olio vettore, l’olio essenziale di chiodi di garofano,
massaggiato sull’addome o sulla fascia muscolare da trattare, infonde un benefico calore antidolorifico.

Tonico, esplica un’azione stimolante attraverso il suo aroma forte, intenso e speziato. Contrasta la stanchezza mentale, la sonnolenza, la difficoltà di concentrazione. E’ corroborante, riscalda, infonde
una piacevole sensazione di benessere ed energia

l chiodi di garofano si ricavano da un albero sempreverde che può raggiungere un’altezza pari ai ‘i5 metri. Possiede un tronco liscio e le sue foglie sono ovali disposte a coppie. l fiori sono di piccole
dimensioni, dotati di peduncolo e un calice allungato il cui colore passa dal verde chiaro, al rosa, al rosso, con quattro lobi su cui si formano quattro petali bianchi.

l suoi frutti sono bacche ricche di semi. Le parti utilizzate per l’estrazione dell’olio essenziale sono i boccioli di fiori raccolti quando il loro calice diventa rosso. Anche le foglie e gli steli concorrono nell’estrazione.

Uso e consigli pratici sull’olio essenziale di chiodi di garofano

Diffusione ambientale:

5 gocce di olio essenziale di chiodi di garofano  in un bruciatore apposito per disinfettare l’ambiente in cui si soggiorna in caso di primi virus influenzali.
Lozione per sciacqui:

3 gocce sciolte in un cucchiaino di aceto di mele da versare in un bicchiere d’acqua, per sciacqui ad azione disinfettante e cicatrizzante delle gengive.
Soluzione per massaggio:

1-2 gocce di olio essenziale di chiodi di garofano  in un cucchiaio di olio vegetale da massaggiare sulla pancia in caso di spasmi intestinali, o sulla muscolatura dolente. Esplica un piacevole calore che entra in profondità a sciogliere le tensioni.

Controindicazioni dell’olio di chiodi di garofano

L’alta componente di fenoli nell’olio essenziale di chiodi di garofano, può causare un effetto irritante su cute e mucose a bassi dosaggi ed epatotossicità a dosaggi più elevati. E’ sconsigliato l’uso in caso di dermatiti, infiammazioni gastriche ed intestinali. Da evitare in gravidanza e durante l’allattamento.

E’ sconsigliato l’uso in caso di dermatiti, infiammazioni gastriche ed intestinali. Da evitare in gravidanza e durante l’allattamento.

 

Stampa questo articolo Stampa questo articolo